albo registro-online Pon 2014-20

IIS Cariati | Sito web ufficiale

MANGIARDI AI GIOVANI DEL PATRIZI: “IL DITO PUNTATO NELLE AULE DEI TRIBUNALI E’ PIU POTENTE DELLE ARMI DEI MAFIOSI”

Il 9 marzo scorso per gli studenti del Patrizi di Cariati è stata una giornata importante e memorabile: hanno incontrato il testimone di giustizia, Rocco Mangiardi, un calabrese che ha trovato il coraggio di ribellarsi alla Mafia e due volontari dell’associazione “Libera”della provincia di Cosenza, Manuella Aiello e Giuseppe Lo Gatto.

28906858 10211024420434489 125439476 n

L’iniziativa, che ha coinvolto il “Patrizi”, si inserisce nel programma“I Cento Passi verso il 21 Marzo”, una fitta rete d’incontri antecedenti al 21 marzo 2018 “giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” che l’associazione Libera, da sempre impegnata in difesa della giustizia sociale, ha organizzato nelle scuole e in altri luoghi pubblici di tutta Italia.L’evento, sostenuto dalla prof.ssa Eva Callau Lopez e reso possibile grazie alla disponibilità della dott.ssa Ornella Campana, Dirigente Scolastica dell’Istituto, sempre pronta a sostenere iniziative come questa, che esaltano il valore della legalità e il senso civico, è stato molto apprezzato dai docenti e dagli alunni presenti.

 

A porgere i saluti della Dirigente Campana, purtroppo assente per improvvisi impegni istituzionali, è stato il vice preside dell’Istituto, prof. Leonardo Scarnato il quale, dopo aver ringraziato gli28907564 10211013252195290 1385364067 n ospiti intervenuti si è soffermato sull’importanza dell’attività di questa associazione che dal 1996 è attiva a livello nazionale, associazione che ha come “obiettivo primario quello di mantenere vivo il ricordo e la memoria delle vittime innocenti delle mafie, ovvero di quegli uomini, donne e bambini che hanno perso la propria vita per mano della violenza mafiosa, in difesa della libertà”.

Infatti come ha spiegato la volontaria di Libera, Manuela Aiello nel suo intervento - “ogni anno,il21 marzo, primo giorno di primavera, in occasione della Giornata della memoria, vengono letti tutti i nomi delle vittime innocenti delle mafie: un lungo elenco, recitato come un interminabile rosario civile per far rivivere le vittime innocenti e non farle morire mai”. Una memoria condivisa dunque grazie alla testimonianza dei loro familiari che – come ha sottolineato ancora la volontaria di Libera - si impegnano “affinchè gli ideali, i sogni dei loro cari rimangano sempre vivi”.

Il Momento più atteso della giornata e ascoltato con molto interesse dai ragazzi è stato l’intervento di Rocco Mangiardi, uno dei pochi uomini che ha avuto la forza e il coraggio di ribellarsi, di denunciare, di fare arrestare gli ‘ndranghetisti e rimanere sul terr28906861 10211024387473665 1071863670 nitorio. Rocco Mangiardi si è schierato con lo Stato contro l’antistato che gli chiedeva il pizzo, che lo minacciava e che voleva prendergli l’attività commerciale.

Mangiardi ha raccontato con grande “serenità” e schiettezza la sua dolorosa vicenda che lo ha portato a diventare testimone di giustizia, un cittadino cioè che denuncia le ingiustizie; ha raccontato ancora di come dal 2006 da quando ha scelto di ribellarsi al pizzo e alla mafia, la sua vita e quella della sua famiglia sia cambiata in meglio. “Da quel giorno di quella scelta, una scelta29003931 10211013576323393 1694434770 n forte di libertà e di dignità la mia vita e quella della mia famiglia è migliorata, perché nonostante tutto, vincendo la paura e ribellandomi alla mafia, ho riconquistato la mia libertà”: parole forti le sue, che lasciano un segno ancora più profondo in chi le ascolta, soprattutto sapendo che quest’uomo vive con la sua famiglia sotto scorta dal 2009.

La giornata è stata inoltre animata da intermezzi musicali e canori da parte degli studenti che hanno anche posto ai relatori molti e qualificati interventi e riflessioni.

“Avevo gia deciso di denunciare ma gli occhi dei miei figli mi hanno ulteriormente spronato a farlo - ha dichiarato fiero Mangiardi che ha voluto esortare i giovani a non avere paura, perché “ il dito puntato nelle aule dei tribunali è più potente delle armi dei mafiosi”.

 

Molto soddisfatta si è detta la Dirigente Campana per il successo della manifestazione e per l’importante e positiva ricaduta educativa sui suoi studenti.

 

Concetta Cosentino

 

amministrazione trasparente

iscrizioni 18-19

ciak

press-room

Osservatorio astronomico Galileo Galilei

osservatorio-astronomico

Laboratorio per lo studio dei Raggi Cosmici EEE Cariati

Cari-EEE

Il Liceo Scientifico di Cariati
partecipa ai seguenti progetti
nazionali e internazionali

eee

 ada

Calendario eventi

Settembre 2018
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Ultimi eventi

Nessun evento

Portali scolastici

ministero istruzione

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

Pon 2014-20

pon in chiaro

indire

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy